Manuele Raini Campione Italiano Pro K.L.

Sabato 19 dicembre Manuele Raini vince a Roma contro l’atleta pugliese Gianluca Buccoliero e conquista il prestigioso titolo italiano.

In casa Fight Team Roma c’è grande entusiasmo per la conquista del Titolo Italiano Pro di Manuele Raini, atleta allenato dai maestri Steve Buffoni e Cristiano Galletti nella palestra “Golden Power 2001” (Roma – via Scarperia 42), dove lo stesso Manuele ha appena aperto un corso pomeridiano insieme al fratello Milo Raini.

Sabato 19 dicembre, il comitato regione Lazio della Kombat League, ha organizzato un grande evento di sport da combattimento, che ha visto come match clou l’incontro di K-1 Rules 5×3’ Manuele Raini vs Gianluca Buccoliero, categoria -70 kg.. Per l’atleta romano si tratta del secondo tentativo di conquistare il titolo tricolore dopo il verdetto di “no contest” ottenuto nel match di Pordenone contro Elia Filippini per ferita alla fronte.

Il match, a dispetto della logica, partiva subito con un ritmo elevato, evidenziando stili completamente differenti tra i due contendenti: Buccoliero, chiuso e piantato in perfetto stile thai (viene da galà in terra siamese) e Raini, più mobile con continui cambi di ritmo, frutto di un moderno K-1.

Il tema dell’incontro vede Buccoliero cercare di chiudere la distanza nel tentativo di mettere a segno le potenti ginoc-
chiate, riuscendo ad anticipare sempre il colpo di ginocchia ogni volta che i contendenti entravano in clinch. Discorso inverso, invece, quando lo scambio di colpi avviene alla lunga e media distanza: Manuele prevale pugilisticamente con concatenamenti braccia-gambe per palati fini. I punti riempiono i cartellini dei giudici, sia quando Raini attacca per primo, sia quando risponde all’attacco avversario incrociando i colpi con pregevole scelta di tempo nelle uscite laterali.

Primo brivido durante la seconda ripresa quando l’arbitro De Santis ferma momentaneamente l’incontro per controllare la fuoriuscita di sangue dalla testa di Manuele. L’intero angolo è con il fiato sospeso a causa dei “fantasmi” del match precedente, valevole per la conquista del medesimo titolo italiano pro, dove proprio un “no contest” per ferita aveva arrestato l’ascesa al podio del forte atleta romano.
Per fortuna la sorte questa volta non ci è avversa e con un po’ di vasellina il match può andare avanti.

La terza ripresa sembra ricalcare esattamente quanto visto nei precedenti due round ma, mentre l’atleta pugliese con il passare dei minuti sembra perdere lo spunto iniziale, Raini non da alcun segnale di sofferenza. Segno questo di un’ottima preparazione psico-fisica curata in ogni dettaglio durante gli allenamenti in palestra.

La quarta e la quinta ripresa vede dunque il nostro alfiere scrollarsi di dosso gli iniziali timori derivanti dalla gestione del match 5×3’, arrivando ad aumentare il proprio ritmo prendendo sempre il tempo al suo avversario.

Assistiamo così a due riprese in cui Buccoliero viene costantemente anticipato prima da colpi diretti e poi da montanti, con la chiusura di gambe che faceva il resto in perfetto stile FTR. Da segnalare un pregevole “superman punch” di Raini che fa vacillare il suo avversario nel primo minuto della quinta ripresa.

Il match termina quindi ai punti con un verdetto finale decretato all’unanimità che vede Manuele RAINI conquistare l’ambita cintura tricolore diventando CAMPIONE ITALIANO PRO della Kombat League.

Vogliamo fare un plauso a Gianluca Buccoliero, atleta “duro” e grintoso di notevole spessore tecnico che ha dato filo da torcere al nostro atleta.

00034-M_M_Raini_Studio_Marzo_2014INTERVISTA A MANUELE RAINI
A tu per tu con il campione

• Ciao Manuele, innanzitutto complimenti per la conquista del titolo italiano. Ora parlaci un po’ del match: hai avuto situazioni difficili durante l’incontro?
• Sì. Diciamo che oltre ad avere davanti un avversario non facile (ricordo a tutti che Gianluca Buccoliero è l’attuale campione europeo di muay thai IMTE ) che ha impostato quasi tutto il match andando avanti come un carro-armato, ho avuto difficoltà in più occasioni, soprattutto al secondo e al quarto round quando, a causa di una testata involontaria, mi si è aperta dapprima una ferita sulla fronte e poi un’altra sulla nuca. E’ stato difficile andare avanti e non pensare alle ferite.

• Hai sempre avuto la sensazione di portare a casa questo successo?
• Sinceramente sono partito con la testa giusta; fin da quando mi hanno proposto il match mi sono imposto di pensare solamente alla vittoria. E volere è potere!

• E’ la prima volta che trovi un avversario che accetta gli scambi senza timore?
• Non ti dico la prima però è stata una delle poche volte che ho trovato difficoltà a tenere il centro del ring. Il mio avversario ha combattuto accettando con decisione gli scambi avanzando continuamente e ha messo a segno delle ottime ginocchiate.

• Abbiamo visto una grande boxe, continui cambi di ritmo e un ottimo footwork. Come hai preparato il match?
• Ho preparato la parte atletica con mio fratello in modo perfetto e infatti il risultato è stato poter aumentare il ritmo fino alla fine dei cinque round. La parte tattica e la successiva strategia l’ho curata con Cristiano e Steve. Senza svelare alcun segreto posso dire che abbiamo preparato il match tutti insieme alla perfezione.

• Ed è stato veramente un bel match. Quali saranno ora i tuoi prossimi impegni?
• Prossimi impegni? A dire il vero non lo so, ma posso dire che ho tanta voglia di combattere e di migliorare ancora.

• Hai aperto un corso tutto tuo con tuo fratello Milo: qualche considerazione?
• Per adesso è una cosa che ci diverte da morire e ci sta dando tante soddisfazioni…siamo innamorati di questo sport e spero che quando avremmo finito entrambi di combattere ci possa essere l’occasione di aprirne altri di corsi. Per ora va benissimo così.

• Bene Manuele, ti facciamo tanti auguri per queste festività; vuoi aggiungere qualcosa per chi leggerà questa intervista?
• Voglio fare gli auguri di un felice anno nuovo a tutti i lettori e ringraziare tutte le persone che ogni volta mi seguono e vengono a vedermi combattere. GRAZIE

Ufficio Stampa Fight Team Roma
Comunicato del 23.12.09

Fonte articolo: http://www.2out.it/01/manuele-raini-campione-italiano-pro-k-l/

FB FANPAGE